Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

A V V I SO Avvio indagine di mercato mediante manifestazione di interesse alla stipula di un accordo quadro annuale per lo svolgimento del servizio di pulizia 2020 delle sedi della Ambasciata d’Italia (Palazzo Metternich), della Cancelleria Consolare e dell’Istituto Italiano di Cultura (Palazzo Sternberg) e della Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali (Lugeck)

 

A V V I SO Avvio indagine di mercato  mediante manifestazione di interesse alla stipula di un accordo quadro annuale per lo svolgimento del servizio di pulizia 2020 delle sedi della Ambasciata d’Italia (Palazzo Metternich), della Cancelleria Consolare e dell’Istituto Italiano di Cultura (Palazzo Sternberg) e della Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali (Lugeck)

A V V I SO

Avvio indagine di mercato

mediante manifestazione di interesse alla stipula di un accordo quadro annuale per lo svolgimento del servizio di pulizia 2020 delle sedi della Ambasciata d’Italia (Palazzo Metternich), della Cancelleria Consolare e dell’Istituto Italiano di Cultura (Palazzo Sternberg) e della Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali (Lugeck)

Il Centro Interservizi Amministrativi della Ambasciata d’Italia a Vienna intende acquisire manifestazioni di interesse alla stipula di un accordo quadro annuale per lo svolgimento del servizio di pulizia nella sede della Ambasciata d’Italia (Palazzo Metternich), nelle sedi della Cancelleria Consolare e dell’Istituto Italiano di Cultura (Palazzo Sternberg) e degli Uffici della Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali (Lugeck) siti in Vienna.

Con lettera del Centro Interservizi verranno invitati a presentare la propria offerta gli operatori che hanno manifestato interesse mediante risposta al presente avviso e che siano stati ritenuti idonei sulla base dei requisiti richiesti.

Per la selezione delle offerte presentate dagli operatori economici invitati si farà ricorso al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità-prezzo.

Il Centro Interservizi stipulerà con l’operatore selezionato un Accordo quadro che disciplina e regola lo svolgimento del servizio di pulizia nelle sedi indicate (Ambasciata d’Italia a Palazzo Metternich, Cancelleria Consolare e Istituto Italiano di Cultura a Palazzo Sternberg e Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali a Lugeck).

L’operatore economico selezionato, dopo la sottoscrizione dell’accordo quadro con il Centro Interservizi, stipulerà con i titolari di ciascuna sede in cui il servizio dovrà essere svolto, un contratto di adesione all’Accordo quadro nel quale sono indicati l’articolazione dell’orario, il numero degli addetti e la tabella delle attività per ciascuna sede.

Il numero complessivo delle ore necessarie allo svolgimento del servizio di pulizia nelle 4 sedi, per il periodo 1 gennaio - 31 dicembre 2020, è quantificato approssimativamente in 6.350 ore (al netto delle pause).

Il valore complessivo posto a base d’asta è stimato in euro 132.715 (euro centotrentaduemilasettecentoquindici/00) al netto dell’IVA al 20%.

Il presente avviso è finalizzato esclusivamente alla ricezione di manifestazioni d’interesse per favorire la partecipazione del maggior numero di operatori economici interessati.

Il Centro Interservizi dopo l’acquisizione delle manifestazioni di interesse provvederà ad individuare il numero dei soggetti idonei cui inviare la lettera per invitarli a presentare la propria offerta.

Il Centro Interservizi si riserva la facoltà di non dare avvio alla procedura di gara per l’affidamento del servizio di pulizia, qualora le manifestazioni di interesse giunte non siano ritenute idonee.

Per rispondere al presente avviso e manifestare il proprio interesse gli operatori devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

1. Idoneità professionale

· iscrizione al Registro professionale o commerciale

· abilitazione all’esercizio dell’attività professionale del servizio da svolgere

2. Capacità tecniche e professionali

· disponibilità di un numero di operatori non inferiore a 10 (5 operatori titolari e 5 sostituti in caso di assenza o impedimento dei titolari), di attrezzature e macchinari adeguati al costante svolgimento dei servizi di pulizia nelle 4 sedi, nella misura e per il monte ore complessivo annuale indicati

· la capacità tecnica e professionale deve garantire con continuità per tutto il periodo di validità dell’Accordo–quadro
(12 mesi) un adeguato standard di qualità anche in presenza di imprevisti, criticità o cause di forza maggiore indipendenti dalla volontà dell’operatore medesimo e della stazione appaltante

· copertura assicurativa contro i rischi professionali

· svolgimento nel triennio precedente di almeno due servizi analoghi per amministrazioni e organismi pubblici

· adeguata conoscenza della lingua tedesca o italiana da parte del personale messo a disposizione per lo svolgimento del servizio di pulizia

3. Idonea capacità economica e finanziaria

· Disporre della capacità economica e finanziaria necessaria alla esecuzione del servizio, la quale dovrà essere attestata – se l’operatore è invitato a presentare la propria offerta – da referenza di un istituto bancario o altro Organismo o Ente autorizzato dalla normativa austriaca.

Esclusioni

Non possono manifestare il proprio interesse gli operatori economici che si trovano nelle condizioni indicate all’art. 57 della Direttiva Europea 2014/24/UE e più in particolare nelle seguenti condizioni che costituiscono motivo di esclusione:

a) il titolare della Società o il Direttore tecnico o un membro della Direzione o una persona con poteri di rappresentanza, di decisione e controllo hanno riportato condanne con sentenza definitiva o con decreto penale di condanna divenuto irrevocabile per uno dei seguenti motivi:

· Partecipazione ad una organizzazione criminale;

· Corruzione;

· Frode;

· Reati terroristici o reati connessi ad attività terroristiche;

· Riciclaggio.

b) il titolare della Società si trova in stato di fallimento e ha stipulato un concordato preventivo con i creditori ed è destinatario o oggetto di una procedura di insolvenza.

c) la Società non ha adempiuto agli obblighi relativi al pagamento di tasse, imposte o contributi previdenziali previsti dalla legislazione del Paese ove esso è stabilito o dello Stato austriaco o di quello italiano; è oggetto di pronunce o provvedimenti di divieto di contrarre
con istituzioni, Organismi ed Enti Pubblici.

d) la Società si è resa colpevole di gravi illeciti professionali (gravi carenze nella esecuzione di un precedente contratto con una Amministrazione o Organismo o Ente pubblico) tali da rendere dubbia la sua affidabilità, poiché hanno causato la risoluzione anticipata del contratto o che, contestata in giudizio, ha dato luogo ad una condanna al risarcimento del danno.

Non è inoltre ammessa la partecipazione di operatori economici nei confronti dei quali le disposizioni dell’ordinamento austriaco o di quello italiano hanno sancito il divieto di sottoscrivere Accordi e stipulare contratti con le Amministrazioni pubbliche.

Il termine di scadenza per la presentazione della manifestazione di interesse è stabilito in data 7 ottobre 2019.

La manifestazione di interesse dovrà essere trasmessa entro e non oltre il termine indicato al seguente indirizzo:

Centro Interservizi Amministrativi presso l’Ambasciata d’Italia, 1030 Vienna, Rennweg 27

oppure all’indirizzo di posta elettronica:

vienna.cia@esteri.it

Nella manifestazione di interesse dovrà essere indicato:

- il settore di esercizio della propria attività professionale

- l’indirizzo, il numero di telefono e di fax, l’indirizzo di posta elettronica

Si precisa infine, che il Centro Interservizi non inviterà, a suo esclusivo giudizio, i soggetti le cui attività possano costituire fonte di danno o pregiudizio – anche potenziali – all’immagine e all’attività dell’Ambasciata, dell’Istituto Italiano di Cultura e della Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali.

Vienna, 19 settembre 2019


1357