Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Cineforum 2023. Pezzi da 90… e da 80!│Speriamo che sia femmina di Mario Monicelli

1,65-1_150dpi

A grande richiesta, riapre i battenti il Cineforum dell’Istituto, che quest’anno sarà dedicato ad alcuni compleanni “rotondi” che ricorrono nel corso del 2023, reali o mancati, di figure celebri che hanno lasciato il segno nel cinema italiano.
Un percorso attraverso otto film capaci di dare conto della ricchezza e della varietà del cinema italiano, accompagnati dalle introduzioni e dai dibattiti condotti da Bruno Ciccaglione e dalla locandina di Andrea Antinori.

Il settimo appuntamento della serie è mercoledì 22 novembre alle 18:30 con Speriamo che sia femmina di Mario Monicelli (1986, regia di Mario Monicelli, con Liv Ullmann e Catherine Deneuve) – Italiano con sottotitoli in inglese. Con la consueta maestria Mario Monicelli realizza una perfetta miscela di comicità e dramma, leggerezza e malinconia, riso e amarezza; narrando le vicende familiari di una famiglia di proprietari terrieri in inarrestabile declino che è uno spaccato della società italiana.

Per partecipare all’evento è necessaria l’iscrizione, cliccare QUI per registrarsi.

* * *

Il programma del Cineforum accosta grandi classici acclamati in tutto il mondo a film che vi proponiamo di riscoprire. Quando sarà possibile, i film saranno proiettati con sottotitoli in tedesco o in inglese, in base alla disponibilità delle copie. Ci scusiamo se non sempre i sottotitoli saranno disponibili.

. Mercoledì 22 marzo – I cannibali (1970, regia di Liliana Cavani, con Pierre Clémenti, Britt Eckland e Tomas Milian) – Italiano senza sottotitoli

. Mercoledì 26 aprile – Il portiere di notte (1974, regia di Liliana Cavani, con Dirk Bogarde e Charlotte Rampling) – Italiano senza sottotitoli

. Mercoledì 17 maggio – Milarepa (1972, regia di Liliana Cavani con Lajos Balázsovits, Paolo Bonacelli e Marisa Fabbri) – Italiano con sottotitoli in inglese

. Mercoledì 21 giugno – 8 ½ (1963, regia di Federico Fellini, con Marcello Mastroianni e Sandra Milo) – Italiano con sottotitoli in tedesco

. Mercoledì 27 settembre – La visita (1964, regia di Antonio Pietrangeli, con Sandra Milo e François Périer) – Italiano con sottotitoli in inglese

. Mercoledì 25 ottobre – La ciociara (1960, regia di Vittorio De Sica, Con Sofia Loren e Jean Paul Belmondo) – Italiano con sottotitoli in inglese

. Mercoledì 22 novembre – Speriamo che sia femmina (1986, regia di Mario Monicelli, con Liv Ullmann e Catherine Deneuve) – Italiano con sottotitoli in inglese

. Mercoledì 20 dicembre – Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto (1970, regia di Elio Petri, con Gian Maria Volonté e Florinda Bolkan) Italiano con sottotitoli in inglese

L’anno 2023 si è aperto con le 90 candeline di due donne importantissime del cinema italiano: Liliana Cavani (12 gennaio) e Sandra Milo (11 marzo).
Cavani è un’autrice che si è sempre contraddistinta per il coraggio delle sue scelte nell’affrontare in modo non convenzionale temi importanti, come dimostrano I cannibali e Il portiere di notte. Realizzato tra i due film precedenti, proponiamo inoltre Milarepa, recensito con grande entusiasmo da Pasolini.
Milo, la musa del Fellini di 8 ½, che però forse la ingabbia in un immaginario di prosperosa frivolezza, è una donna di grande cultura e intelligenza, protagonista di una filmografia molto ricca che scegliamo di celebrare con La visita di Antonio Pietrangeli.

Avrebbe compiuto 90 anni quest’anno anche Jean-Paul Belmondo, scomparso nel 2021, che pur avendo interpretato pochissimi ruoli in film italiani, ebbe una parte importante nel capolavoro di Vittorio De Sica La Ciociara, che valse l’Oscar a Sofia Loren.

Ci piace infine celebrare le 80 candeline di Catherine Deneuve (22 ottobre), figura di rilievo internazionale ma con un legame importante con l’Italia. Lo facciamo con Speriamo che sia femmina di Mario Monicelli, per poi tornare ad uno dei “pezzi da 90” più amati e apprezzati del cinema italiano: Gian Maria Volonté, il quale avrebbe compiuto 90 anni proprio nello stesso giorno del collega Belmondo e di cui riproponiamo la memorabile interpretazione in Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, col quale Elio Petri vinse l’Oscar nel 1971.

Bruno Ciccaglione è autore di libri di cultura gastronomica e ha una piccola attività nel settore della gastronomia a Vienna. È da sempre appassionato di cinema e di musica, e collabora da alcuni anni con il sito di recensioni Re-Movies. Da quest’anno collabora all’organizzazione del Festival della letteratura italiana a Vienna “La Fonte”.

Andrea Antinori è nato a Recanati nel 1992 e vive a Bologna. Il suo nome è tra le 20 “Eccellenze italiane nella nuova generazione degli illustratori italiani per ragazzi” selezionate dalla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna 2021. I suoi libri hanno vinto il Best International Illustrated Book alla fiera del libro di Shanghai e il Premio Andersen.